SECONDO LA TRADIZIONE DAL 1959

La pasta di Torre Annunziata è un prodotto semplice: semola di grano duro ed acqua; è quindi la selezione delle migliori materie prime ad essere fondamentale per fare la differenza. Solo grano italiano al 100% e acqua di sorgente. Una volta scelti gli ingredienti, il mastro pastaio passa al setaccio la semola di grano duro, per controllare la purezza del prodotto prima di iniziare la produzione.

Viene essiccata in celle a bassa temperatura per almeno un giorno, in modo da preservare la qualità ed il gusto del prodotto. La trafila al bronzo e la lenta essiccatura regalano alla pasta di Luigi Cuomo quella particolare rugosità, che permette un’unione perfetta con il condimento.

FILIERA 100% ITALIANA

La sicurezza dell’eccellente qualità della pasta Luigi Cuomo si basa sul costante controllo del grano 100% italiano, sul rispetto dell’ambiente e sui processi produttivi. Si è scelto di utilizzare grano coltivato esclusivamente in Italia per mantenere un rapporto diretto con gli agricoltori del territorio e garantire, di conseguenza, un prodotto finale sicuro e controllato.

ESSICCAZIONE LENTA

L’essiccazione lenta viene eseguita in impianti dotati di opportune sorgenti di calore che riscaldano una certa massa d’aria per aumentarne il potere evaporativo. Questa investe il prodotto da trattare e ne fa aumentare la tensione di vapore superficiale consentendo, così, di far evaporare l’acqua in esso contenuta.

TRAFILATURA AL BRONZO

La trafilatura al bronzo è il procedimento tramite cui l’impasto di semola e acqua usato per fare la pasta secca viene fatto passare per estrusione/compressione attraverso una trafila in bronzo. La trafilatura dà dunque forma alla pasta ma ne determina anche la rugosità, così da trattenere i sughi e gli aromi di ogni piatto.

MATERIE PRIME

Lavoriamo l’impasto lentamente unendo semole e acque pure per garantire un’eccellente tenuta in cottura. La pasta di Luigi Cuomo è ottenuta con semole altamente selezionate e con un processo di lavorazione molto attento, dall’impasto all’essiccazione.


BASSE TEMPERATURE

Nella pasta essiccata avviene una “maturazione”, una leggerissima e impercettibile fermentazione e acidificazione che fanno parte del suo sapore e della sua qualità organolettica. Una pasta essiccata a bassa temperatura è un prodotto naturale e per questo la sua cottura, come quella di un pane, avrà un punto e un tempo ottimali, con una tolleranza minore rispetto alle paste morte, ovvero essiccate a più alte temperature.

TEMPI

Un metodo antico che prevede un ciclo molto lungo di essiccazione. La pasta essiccata in questo modo rimane un prodotto “vivo”, mantiene intatte le proprietà nutrizionali e organolettiche del grano, il processo di gelatinizzazione degli amidi e la coagulazione proteica avvengono durante la cottura, perciò la cottura della pasta avrà un punto e un tempo di cottura ottimale.

Metodo | Pasta Torre Annunziata | L'Arte della Pasta di Luigi Cuomo